Commento del Dott. Dal Bellin Peruffo sulla situazione macroeconomica – Intervento per il sito Borsaitaliana.it


 

BORSA: piazza Affari in rosso, pesano dichiarazioni Fitch

MILANO (MF-DJ)–Il Ftse Mib volge al ribasso (-0,25% a 14.807 punti) dopo una mattina complessivamente tranquilla con valori al di sopra della parita’. Anche le altre piazze europee sono in rosso (Dax -0,62%, Cac-40 -0,55%, Ftse-100 -0,68%).

Con un valore di 511 punti base continua la discesa rispetto a ieri dello spread tra i Btp italiani a 10 anni e i Bund tedeschi.

Sull’inversione di tendenza dell’azionario pesano le dichiarazioni di Fitch, secondo cui senza un’azione piu’ incisiva della Bce sui titoli di Stato ci potrebbe essere un collasso dell’euro.

Secondo Andrea Dal Bellin Peruffo, esperto di 81 Sim Family Office interpellato da Mf-Dowjones, c’e’ attesa per le parole del Cancelliere tedesco Angela Merkel e del premier italiano Mario Monti. Peruffo afferma che le dichiarazioni dei due leader potrebbero fungere da “spartiacque per l’azionario italiano”. Infatti richieste “troppo pesanti” per l’Italia a favore solo del rigore di bilancio per il rientro del debito pubblico inibirebbero la crescita futura del nostro Paese.

Per un altro analista ci sono “delle tensioni nella gestione dei debiti sovrani nel loro complesso, con l’incapacita’ di creare una barriera tra la Grecia e gli altri Paesi piu’ deboli dell’area Euro”.

Sul listino principale continua la tenuta di B.P.Milano (+6,51%) ed anche Unicredit fa registrare un progresso del 4,3%; il titolo ha incassato l’upgrade di diverse case d’affari. Bene M.Mps (+2,99%), B.P.E.Romagna (+2,18%), mentre Intesa Sanpaolo cede lo 0,09%, Mediobanca l’1,61% e Ubi B. lo 0,63%.

Proseguono i ribassi per Pirelli & C. (-5,33%), che non abbandona l’ultimo posto del paniere principale influenzata dalle indicazioni di Goodyear su una flessione del mercato degli pneumatici. Vanno male anche Atlantia (-2,83%), Fiat (-2,49%) e Terna (-0,94% a 2,73 euro), nonostante su quest’ultima azione Exane abbia alzato il prezzo obiettivo a 2,9 euro. Il titolo paga qualche presa di profitto dopo il +2,45% di ieri.

Nel resto del listino Saras perde il 2,42%; Societe Generale ha tagliato il rating da buy a hold.